Inaccettabile ridurre o revocare le prestazioni a persone malate e disabili per ottenere incentivi

11 / 10 / 2018

“Condividendo la presa di posizione da parte dell'Ordine dei medici chiediamo all’INPS che chiarisca immediatamente quanto scritto nel suo piano performance. Sarebbe infatti inaccettabile ridurre o addirittura revocare prestazioni a persone malate o disabili per ottenere incentivi.”

E’ questa la presa di posizione dei Sindacati confederali Cgil, Cisl e Uil e di quelli dei pensionati Spi, Fnp e Uilp.
“Si tratta - concludono le organizzazioni sindacali - non solo di una ovvia violazione del codice deontologico dei medici, ma di un vero e proprio accanimento nei confronti di persone in condizioni di difficoltà e fragilità.”

DIPARTIMENTO
organizzazione

DIPARTIMENTO
socio_sanitario

LEGGI TUTTE LE NEWS